Il giro d’Italia in 4 piatti…anzi 5!

Con la sua ricca cucina, la nostra bellissima Italia offre innumerevoli cibi tradizionali da non perdere. Nella cucina italiana sono presenti una moltitudine di rinomate prelibatezze e piatti tipici italiani dolci e salati. I piatti tradizionali sono profondamente radicati nella cultura italiana e le ricette sono spesso tramandate da generazioni e soprattutto amate per le loro origini autentiche. Oltre a variare attraverso i suoi piatti, il cibo tipico dell’Italia permette di conoscere parte della sua storia, così come della sua cultura.

In questa lezione Maria, Roberta, Emanuela, Angela e Marina, le “poche ma buone” protagoniste di questo giro attraverso le varie regioni italiane.

Il giro è iniziato dalla Lombardia con due piatti, gli Sciatt; il nome di questo piatto tipico deriva dal dialetto valtellinese “Sciatt” che significa “Rospi”, principalmente per la forma rigonfia e per il colore ambrato che queste croccanti frittelle di grano saraceno con cuore di formaggio Casera filante assumono dopo la cottura nell’olio bollente. A seguire i Mondeghili (altrimenti detti mondeghini), sono delle polpette di carne tipiche della cucina milanese, ingrediente principale della pietanza è costituita di avanzi di carne, tipicamente manzo per via della sua diffusione sulle tavole milanesi: il piatto nasce infatti dalla necessità di non sprecare avanzi. Gli avanzi delle pietanze della festa, tipicamente brasati o bolliti, venivano infatti tritati assieme a mortadella, salsiccia, pane raffermo inzuppato nel latte (le varianti tuttavia, proprio per la natura di “riutilizzo” del piatto, sono numerosissime), uniti ad uovo e spezie, impanati ed infine schiacciati ad assumere una forma intermedia tra una polpetta e un piccolo hamburger. Il tutto viene poi fritto, come da tradizione lombarda, nel burro chiarificato. Si sono spostate poi al sud con Pasta, patate e provola, è un primo piatto invernale, caldo, sostanzioso e molto saporito, tipico della cucina italiana, in particolare quella napoletana. Un piatto povero preparato con la pasta corta o mista “munnezzaglia” (avanzi di dispensa) che cuoce lentamente con le patate. Una volta cotta al dente e perfettamente amalgamata al condimento si aggiungono i dadini di provola come la tradizione comanda. Sono ritornate verso nord con i Tordi finti, deliziosi involtini dal sapore così intenso da sembrare tordi in salmì, cacciagione molto apprezzata a Montalcino, con la cottura in tegame,  una ricetta inventata dalle massaie di Montalcino per portare in tavola qualcosa di straordinariamente saporito. Per concludere il giro non poteva mancare una tappa in Sicilia, con la Cassata al forno, la versione antica  senza glassa e più semplice da realizzare, della classica Cassata siciliana. Si prepara con un doppio strato di pasta frolla che racchiude un ripieno cremoso di ricotta e gocce di cioccolato; cotta al forno come una crostata, viene successivamente capovolta e infine decorata con zucchero a velo! Una bontà che si prepara per Pasqua e Natale, in alternativa alla “sorella” più famosa, sfarzosa e colorata con canditi e pasta reale!
Per vedere le foto dei piattii cliccate qui.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contattaci!

Vuoi avere maggiori informazioni sui corsi o sui servizi di Chef per caso? Scrivici una mail, ti risponderemo al più presto!

Not readable? Change text. captcha txt
0

Start typing and press Enter to search

X

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Leggi la Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi