Un dolce della tradizione piemontese: il cappello da notte chiamato bunet

Questa volta un dolce della tradizione piemontese, che ha origini molto antiche e che spero addolcirà il vostro pasto. In dialetto piemontese significa cappello da notte.

ecco la ricetta e buon appetito!

Donatella

Bunet

Ingredienti per 12 persone
750 g di latte
6 uova
75 g di amaretti secchi
3 cucchiai di rum
5 cucchiai di cacao amaro in polvere
6 cucchiai di zucchero semolato
per il caramello
10 cucchiai di zucchero semolato

Procedimento per il bunet
Accendi il forno a 180 °C. In una terrina sbatti bene le uova, unisci lo zucchero, il cacao setacciato, gli amaretti sbriciolati con le mani, il liquore e il latte. Amalgama delicatamente.
Precedimento per il caramello
Metti un pentolino di acciaio sul fuoco e fallo scaldare bene, quindi aggiungi lo zucchero poco per volta, rimescolando con un cucchiaio; quando tutto lo zucchero si sarà sciolto e sarà di colore ambrato, togli il pentolino dal fuoco.
Versa il caramello caldissimo sul fondo degli stampini individuali da creme caramel, che avrai tenuto al caldo nel bagnomaria dove poi li cuocerai per facilitare il suo scorrimento.
Muovi e inclina gli stampini in modo da ottenere un velo uniforme che via via si solidificherà.
Versa il composto negli stampini e cuoci in forno a bagnomaria per 30-35 minuti. Fai raffreddare, scalda leggermente la base dello stampino in acqua calda, sforma, decora con un po’ di amaretti sbriciolati e servi, se vuoi, con fiocchi di panna montata.

 

Scrivi un commento

Contattaci!

Vuoi avere maggiori informazioni sui corsi o sui servizi di Chef per caso? Scrivici una mail, ti risponderemo al più presto!

Non capisci? Cambia testo.
0

Inizia a digitare e premere Invio per la ricerca