Terrina di crespelle

Ecco la ricetta di un primo piatto a me molto caro, primo perché utilizza una pianta tipica della nostra Liguria e poi perché mi piace molto…la borragine.

La borragine è una pianta probabilmente originaria dell’Oriente, ed è diffusa in gran parte dell’Europa e nell’America centrale, dove cresce tuttora in forma spontanea fino ai 1000 m s.l.m.. Viene coltivata in tutte le regioni temperate del globo. Il nome deriva dal latino borra (tessuto di lana ruvida), per la peluria che ricopre le foglie. Altri lo fanno derivare dall’arabo abu araq (= padre del sudore), attraverso il latino medievale borrago, forse per le proprietà sudorifere della pianta.

Si consuma solo cotta perché le sue foglie piuttosto dure e ispide sarebbero sgradevoli al palato.

Pianta disintossicante e ricca di minerali, in cucina la borragine ha gli stessi usi degli spinaci e delle biete (con cui si può anche sostituire): è ottima nelle minestre, nei ripieni di ravioli e carni o, secondo una ricetta napoletana, lessata e passata in padella con aglio, olio, acciughe dissalate e un pizzico di finocchio selvatico.

buon appetito!

Donatella

Terrina di crespelle alla borragine

Ingredienti per 6 persone uno stampo da plumcake
per le crespelle
250 g di latte
90 g di farina 00
1 uovo
una noce di burro fuso, più un po’ per imburrare la teglia
sale
per il ripieno
250 g di ricotta
60 g di parmigiano reggiano grattugiato
300 g di borragine
3 uova
noce moscata
sale, pepe di mulinello

Procedimento per le crespelle
In una terrina setaccia la farina con il sale, versa poco alla volta il latte, fino a stemperarla perfettamente senza lasciare grumi.
Unisci l’ uovo sbattuto, anche queste poco per volta, e una noce di burro fuso: otterrai un composto abbastanza morbido, che deve risultare perfettamente liscio e omogeneo.
Fai riposare per circa 1 ora. Ungi con pochissimo burro una piccola padella antiaderente, versa una dose di composto sufficiente a coprirne il fondo con uno strato sottile.
Muovi immediatamente il padellino per distribuire uniformemente la pastella; appena la crepe è dorata su un lato, voltala, quindi toglila e appoggiala su un piatto. Procedi allo stesso modo con la restante pastella. Nel frattempo accendi il forno a 190 °C.
Procedimento per il ripieno
Monda e lava la borragine, cuoci in acqua bollente salata, strizza per bene e trita. In una terrina lavora la ricotta con 30 g di parmigiano e una grattata di noce moscata, aggiungi un uovo sbattuto e la borragine tritata, alla fine regola di sale e pepe.
Imburra uno stampo da plumccake, rivestilo con due crespelle. Farcisci le altre crespelle con il ripieno di borragine, arrotola e sistemale nello stampo, riempiendo gli spazi vuoti con le uova rimaste precedentemente sbattute in una terrina con sale, pepe e il rimanente formaggio. Inforna, abbassa la temperatura a 180 °C e cuoci per circa 30 minuti o finché non sarà bella dorata.

Scrivi un commento

Contattaci!

Vuoi avere maggiori informazioni sui corsi o sui servizi di Chef per caso? Scrivici una mail, ti risponderemo al più presto!

Non capisci? Cambia testo.
0

Inizia a digitare e premere Invio per la ricerca