Scopri quello che abbiamo fatto nella nuova lezione di stoccafisso e baccalà!

E si ricomincia! Archiviate ormai da parecchio le festività natalizie, ritorniamo a lavorare sul bancone di Chef per caso con una lezione sempre a me molto cara: stoccafisso e baccalà. Da quest’anno mi sono riproposta di “svecchiare” le ricette di alcuni corsi che ci hanno accompagnato in tutti questi anni e, proprio da questa lezione parte l’operazione!

Merluzzo, stoccafisso e baccalà: tre nomi stessa specie ittica; come riconoscere il vero merluzzo? Quando andate in pescheria o al supermercato fatevelo girare dalla parte della pelle, se è merluzzo una linea bianca ben evidenziata attraversa tutto il corpo.

Giocando con questi due ingredienti Rossella, Francesco, Francesco, Simona, Francesca, Daniela e Mavi si sono sbizzarriti a preparare sfiziose ricette che alla fine sono state puntualmente degustate alla fine delle tre ore di lezione. Con il baccalà, che prevede come metodo di conservazione la salagione, metodo antichissimo per consentire la consumazione del pesce anche in luoghi molto distanti da quelli d’origine, sono stati eseguiti questi piatti: baccalà impanato al curry, carpaccio di baccalà e salsa Aioli e misticanza di insalata e baccalà; 

Con lo stoccafissoesposto ai venti del mare del Nord e quindi essiccato, abbiamo realizzato invece: baccalà alle erbe con crema di patate al timo, ravioli di farina di mai con stoccafisso e un fagottino croccante ripieno di stoccafisso e porri su crema di zucca.

Questi due ingredienti sono elementi essenziale di molte cucine popolari, nelle quali il loro utilizzo si alterna.

Tanto il baccalà quanto lo stoccafisso, per essere utilizzabili, hanno bisogno di una lunga immersione in acqua fredda, che provvede ad eliminare il sale per il primo e a restituire ai tessuti l’originale consistenza per il secondo. Se decidete di comprarli non pronti da utilizzare, conservateli in frigorifero per tre giorni immersi in acqua, cambiando l’acqua tre o quattro volte al giorno e per il baccalà con la parte rivolta verso l’alto, il sale se ne andrà via più agevolmente. Per vedere le foto cliccate qui.

Scrivi un commento

Contattaci!

Vuoi avere maggiori informazioni sui corsi o sui servizi di Chef per caso? Scrivici una mail, ti risponderemo al più presto!

Non capisci? Cambia testo. captcha txt
0

Inizia a digitare e premere Invio per la ricerca

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi